7d2d_banner

Sopravvivenza

7 Days to Die è un survival horror open world e sandbox disponibile su Steam, che vede il giocatore vestire i panni di un sopravvissuto ad una ipotetica terza guerra mondiale, che ha decimato la popolazione e causato la trasformazione di buona parte dei sopravvissuti in zombi. Si trova ancora in fase di Alpha ed è soggetto a continui aggiornamenti, che apportano modifiche ed aggiungono contenuti.

Il gioco si svolge in un ottimo open world ed è un survival horror semplice ed intuitivo: il giocatore deve sopravvivere, combattendo gli zombi ed i giocatori avversari, con qualunque arma e metodo a sua disposizione.
La sopravvivenza, in questo titolo, è molto ben strutturata: esplorare il territorio è importante per sapere come muoversi e dove conviene costruire delle baracche e fortificazioni per difendersi dagli attacchi degli zombi, anche facendo un intelligente uso delle trappole. Il personaggio controllato dal giocatore ha anche bisogno di mangiare e bere, cosa che aggiunge un pizzico di difficoltà alla già complicata avventura.

Non mancano nemmeno le missioni: i (pochi) sopravvissuti possono richiedere l’aiuto del giocatore e, svolgendo gli incarichi proposti, è possibile ottenere ottime ricompense, come oggetti di supporto o persino delle armi.

Di giorno è facile, ma di notte…

Il mondo è stato sconvolto da una terza guerra mondiale, combattuta da tutti i paesi del mondo e con l’uso delle armi batteriologiche, che hanno letteralmente devastato l’ambiente e la popolazione. Si è diffuso un virus che causa la morte degli infetti entro sette giorni dal momento del contagio: una volta decedute, le vittime diventano dei famelici zombi, assetati di sangue umano.

Il giocatore è uno dei pochi sopravvissuti alla contaminazione dei batteri ma questo non fa di lui una persona veramente salva: gli zombie sono costantemente intorno a lui e faranno di tutto per poterlo eliminare. Come se non bastasse, alcuni sopravvissuti non sono molto amichevoli e cercheranno spesso e volentieri di ucciderlo per appropriarsi dei suoi averi.

Il principale obiettivo del gioco è quello di sopravvivere alla notte, poiché è quello il momento chiave di 7 Days to Die: se durante il giorno gli zombi sono lenti e deboli, durante la notte… Beh, provare per credere.

Territorio e paesaggistica

Il mondo di gioco viene generato casualmente e contiene vari elementi necessari alla sopravvivenza del giocatore.
La contea di Navezgane (il cui nome significa “Uccisore di mostri” per gli Apache che hanno abitato la zona) è un luogo desolato,completamente diverso dall’Arizona conosciuta: ci sono aree con una certa vegetazione, ma sono piuttosto scarne; più comuni sono i percorsi deserti, nei quali la mancanza di abitazioni e di evidenti segni di vita dà un senso di desolazione che condisce bene il gameplay a sfondo survival.

La grafica certamente non stupisce ma fa il suo ottimo lavoro: le animazioni sono leggermente macchinose nei movimenti ma permettono, comunque, di notare come il sangue che perderanno gli zombi sia realistico e di come i proiettili sparati ed i nemici colpiti siano credibili. Ogni singolo oggetto ha una buona fisicità, anche se gli effetti sull’ambiente circostante, a volte, sono un po scarsi.

Un titolo in crescita

Si tratta di un gioco indipendente che ha una tematica comune e sfruttata da numerosi titoli ma bisogna notare come lo stile open world, mischiato al survival horror, riesca a fare di 7 Days to Die un gioco abbastanza interessante, che potrebbe catturare l’attenzione di moltissimi giocatori. Non propone una trama vera e propria, che il giocatore deve portare a compimento: bisogna solo combattere e sopravvivere.

Per quanto la grafica non sia il suo punto forte (nonostante con gli ultimi aggiornamenti stia migliorando di volta in volta) , 7 Days to Die è un buon compromesso tra comparto tecnico e gameplay: è da provare e garantisce ore di intrattenimento e divertimento specialmente se giocato in multiplayer. E poi non bisogna dimenticare che è ancora in fase di lavorazione!

I pro e i contro

– E’ un gioco di sopravvivenza nel vero senso del termine
– Si possono fare tante cose ed ogni aspetto del gameplay è realizzato in modo piuttosto realistico
– Il mondo di gioco è open world e vastissimo
– Di notte viene il bello…
– E’ ancora in fase di Alpha ed il progetto prevede tanti ulteriori contenuti interessanti

– La grafica è migliorabile
– Il gameplay presenta alcuni piccoli difetti tecnici
– A volte il gioco va a rilento

Server GigaRent.it

Per giocare sul server Gigarent sarà sufficiente una volta entrati in gioco selezionare la voce Connect to Server, quindi nella sezione IP in basso scrivere 7d2d.gigarent.it e premere la presa in baso a destra per connettersi, come da immagine qui sotto.

Buon Game!

7 Days to Die
7 Days to Die
Developer: The Fun Pimps
Price: 22,99 €

AGGIORNATO

Related Posts

L2Network

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.